X
Back to the top

Business Lounge

Business e Pubbliche Relazioni: Entra nel Salotto del Vino

Aziende e Gruppi enologici italiani ed internazionali protagonisti di un salotto dedicato a grandi appassionati e operatori.

*BY INVITATION ONLY*

10 SETTEMBRE. LAZIO IN MOVIMENTO

Lazio in Movimento è un’associazione che si propone di far capire l’importanza del lazio vitivinicolo e alimentare in generale.
Ci proponiamo di cambiare la percezione che si ha oggi sia a livello nazionale sia a livello internazionale.

11 SETTEMBRE. VINI MUSSINI - PODERE CANAPACCIA

Per fare bene, oltre alla terra giusta, occorrono le persone giuste, persone di competenza e grande esperienza. In questo il produttore è brillantemente affiancato da un enologo di prima fila, Federico Bartolomei, allievo del famoso Giacomo Tachis, il più grande enologo italiano.

E’ da questa sinergia di passioni e competenze, dal bisogno di produrre un vino che sia “Riconducibile alla terra che calpesto ogni giorno” — come dice lo stesso produttore — che nasce il Brunello d’Autore, uno dei vini più rappresentativi dell’azienda Mussini, vino che ispira il produttore nella creazione delle sue famose etichette.

vini-mussini-brunello-etichette-disegnate-a-mano-vino-siena-montalcino-toscana

12/13 SETTEMBRE. deGustate

Una degustazione, esclusivamente per operatori, dedicata alle grandi maison e domaine francesi e alle piccole chicche enologiche italiane.

deGustate da anni si occupa di selezionare le più interessanti realtà vitivinicole francesi e italiane, con un occhio di riguardo alla Borgogna e ai suoi grandi vini.

14 SETTEMBRE. MICHELE CHIARLO - NIZZA LA SUPER BARBERA CHE SVELA IL TERROIR

La denominazione «Nizza» nasce nel 2014 per valorizzare i vini prodotti in una zona circoscritta a soli 18
comuni, sulle colline attorno al comune di Nizza Monferrato, le più vocate storicamente alla coltivazione
della barbera.
Viene vinificata in purezza, da vigneti ubicati nelle migliori esposizioni con pochissima uva per pianta,
seguendo un rigido disciplinare, che le ha fatto guadagnare l’appellativo di «Super-Barbera».
I Nizza svelano le potenzialità espressive del loro vitigno in una sorprendente armonia di frutta e struttura, in
un abbraccio morbido e vellutato, dal finale lungo e setoso. Vini di notevole longevità.

In degustazione:

Barbera d’ Asti DOCG “Palas ”
Barbera d’ Asti DOCG ” Le Orme ”
Nizza DOCG ” Cipressi ”
Nizza Riserva DOCG ” La Court ”
Nizza Riserva DOCG ” La Court Vigna Veja

15 SETTEMBRE. PROMOTURISMO FRIULI E DOC FRIULI CI GUIDERANNO IN UN VIAGGIO ALLA SCOPERTA DEL FRIULI VENEZIA GIULIA ENOGASTRONOMICO

    1. Ore 20 “Passaggio in Friuli” – degustazione con i vini finalisti della selezione “DOC Friuli & friends”

“Vogliamo portarvi nella nostra amata terra, il Friuli Venezia Giulia, attraverso le suadenti note della Malvasia, le mille sfaccettature del Sauvignon e un nobile autoctono come il Refosco. Questo è in nostro mondo, questo è il mondo della DOC Friuli!”

  1. Malvasia “Harmo” 2019 DOC Friuli della Cantina Produttori di Cormons – finalista della selezione “DOC Friuli & friends”, medaglia d’oro Vinistra
  2. Malvasia 2019 DOC Friuli dell’azienda Modeano – finalista della selezione “DOC Friuli & friends”, medaglia d’oro “Decanter World Wine Awards 2021”
  • Sauvignon “Terre Magre” 2020 DOC Friuli dell’azienda Piera 1899 – finalista della selezione “DOC Friuli & friends”, medaglia di bronzo WOW-The Italian Wine Competition di Civiltà del Bere,
  1. Sauvignon “Braida Santa Cecilia” 2020 DOC Friuli dell’azienda Pitars – finalista della selezione “DOC Friuli & friends”, medaglia di bronzo “Decanter World Wine Awards 2021”, medaglia d’argento al Concorso Mondiale del Sauvignon
  2. Refosco dal peduncolo rosso “Sass Ter” 2018 DOC Friuli della cantina La Delizia – finalista della selezione “DOC Friuli & friends”

 

    1. Ore 21 “RADICI, Gli Autoctoni bianchi del Friuli”

Friulano, Malvasia e Ribolla Gialla, le basi (e le altezze!) dell’enologia friulana

In degustazione:

  1. Friulano, Friuli DOC, Antonutti vini
  2. Malvasia Istriana, Aquileia DOC, Vini Valpanera
  • Ribolla di Oslavia, Collio DOC, Primosic

 

    1. Ore 22 “INNESTI, Gli Autoctoni bianchi “acquisiti” del Friuli”          

Pinot bianco, Pinot Grigio e Sauvignon. Vitigni internazionali che in Friuli trovano un terroir d’eccezione

In degustazione:

  1. Talis, Pinot bianco, Collio DOC, Venica e Venica
  2. Sauvignon blanc, Collio DOC, Pascolo vini
  3. Pinot Grigio ramato riserva, Friuli Colli Orientali DOC, Specogna

16 SETTEMBRE. BANFI - MASTERCLASS BRUNELLO DI MONTALCINO

Un Brunello ricco ed elegante, tanto nella struttura quanto nell’espressione olfattiva. Rosso rubino brillante con riflessi color granato, al naso il profumo è dolce e fruttato, spiccano i sentori di frutta rossa fresca, che si combinano alla perfezione con le note più complesse di liquirizia e tabacco da pipa. La struttura è potente e il palato è piacevolmente avvolto da una grana tannica consistente ben bilanciata da una piacevole acidità. Grande potenziale di invecchiamento e persistenza.

In degustazione:

  • Brunello di Montalcino 2016 Castello Banfi
  • Brunello di Montalcino Poggio alle Mura 2016
  • Brunello Vigna Marrucheto 2016
  • Brunello Poggio alle Mura Riserva 2015

18 SETTEMBRE. CANTINE MASSIMI - IL PIGLIO PER PASSIONE

Le Cantine Massimi nascono dalla passione del suo fondatore Franco Massimi per il territorio del Piglio, in provincia di Frosinone. Questo territorio si estende per circa 15.000 ettari sulle pendici dei Monti Ernici e rappresenta uno dei fiori all’occhiello del patrimonio ampelografico italiano, custodendo gelosamente un vitigno autoctono prezioso di antichissima tradizione che risale all’epoca degli Antichi Romani: Il Cesanese.

a famiglia Massimi con la sua società Agricola Le Botti F.M.P. ha iniziato un’attenta ricerca di vigneti e terreni in questo territorio per dedicarli alla viticultultura attualmente con oltre 30ettari.
Una produzione importante, ma di qualità con oltre 800 quintali di uva Cesanese D.O.C.G.
e più di 200 quintali di uva Passerina del Frusinate I.G.P. Attualmente è tra le maggiori aziende vitivinicole della zona di produzione del Cesanese del Piglio. Obbiettivo della famiglia Massimi
è valorizzare la qualità del territorio del Piglio dove storia e tradizione creano l’unica eccellenza vitivinicola della regione Lazio. Proprio per questo indissolubile legame con il territorio, i vini rendono omaggio agli “Ernici”che furono i primi veri custodi delle terre, ed è così che la famiglia Massimi, a partire dalla “Passerina” sino ad arrivare al “Cispio” l’etichetta più importante, cerca sempre la massima espressione qualitativa.
La missione delle Cantine Massimi è proprio quello di continuare ad esserne i custodi di questo meraviglioso posto chiamato Piglio.

Vinòforum Eventi Srl © 2019 | P.IVA 11173301000 | Via Raffaele Battistini, 10 00151 – Roma